Teledidattica

La proclamazione dello stato di pandemia per la diffusione a livello mondiale del SARS-COV2 ha determinato l’emanazione di una serie di decreti legislativi e ordinanze che hanno di fatto limitato la possibilità di uscire di casa per lo svolgimento delle attività lavorative non di prima necessità. È stata pertanto necessaria una riorganizzazione delle attività lavorative per evitare l’interruzione di servizi essenziali.

Riorganizzazione e teledidattica

Una riorganizzazione particolarmente importante è stata fatta nelle attività di supporto a pazienti affetti da disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) che sono bambini o ragazzi in età scolare. Pertanto, le psicologhe dello sviluppo e dell’età evolutiva hanno sfruttato le piattaforme tecnologiche, che prima della pandemia utilizzavano a supporto della loro attività nel potenziamento domiciliare per continuare a fornire un supporto efficiente ed efficace ai loro pazienti.

Diritto allo studio e difficoltà

Le principali difficoltà che hanno dovuto affrontare risiedono nella complessità di DSA che “coinvolgono uno specifico dominio di abilità, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale”, che possono essere ricondotti a dislessia, disortografia, discalculia e disgrafia (CC-ISS 2011).

La tutela, il diritto allo studio la personalizzazione della didattica dei bambini e ragazzi con DSA, sono regolamentate da una serie di normative (la n. 170 del 2010, il D.M. del 2011, il D.M. del 2012, la C.M. n. 8 del 2013 e le note ministeriali del 2013 e 2018).

Tuttavia, oltre ai soggetti affetti da DSA, è necessario tutelare profili caratterizzati da altre fragilità, che rientrano nella categoria dei Bisogni Educativi Speciali, rappresentate da disabilità, da disturbi evolutivi specifici (nell’area verbale o non verbale), deficit di attenzione/iperattività, svantaggi socioeconomici, linguistico e culturale.

Per poter rispondere a tali esigenze sono state sviluppate numerose piattaforme che hanno dovuto sostituire il normale rapporto vis a vis col paziente ma anche con la sua famiglia.

Supporto grazie alla teledidattica

Una delle piattaforme utilizzate è la Ridinet, in grado di fornire una serie di percorsi sotto forma di APP, che contengono esercizi riabilitativi personalizzati, che consentono al terapeuta di monitorare i progressi fatti e modificarli in base all’esigenza del paziente.

Le app contenute nella piattaforma sono in grado di dare supporto a varie disabilità e hanno dato riscontri positivi ed in linea con altri studi italiani precedentemente pubblicati.

Un’altra piattaforma utilizzata è EPRO specifica per il supporto di pazienti con difficoltà di apprendimento a livello linguistico, di lettura, scrittura, calcolo e comprensione, consentendo la personalizzazione dei programmi riabilitativi proposti.

Le 2 piattaforme descritte insieme ad altre rappresentano uno strumento che ha consentito una continuità del servizio di riabilitazione. Tuttavia, la teleriabilitazione presenta una serie di svantaggi.

Svantaggi della teledidattica

Sicuramente l’esistenza di servizi informatici consente di non interrompere l’erogazione del servizio di potenziamento, monitorando l’andamento del percorso. Tuttavia, si perde il rapporto diretto terapeuta-paziente e con la famiglia. Inoltre, il lavoro può essere inficiato dall’inadeguatezza delle tecnologie a disposizione della famiglia (accesso ad Internet, disponibilità di sufficienti device, risorse economiche). Un ulteriore svantaggio deriva dalla necessità di tutelare il minore, esponendolo per un tempo limitato allo schermo di device (60 min/giorno sotto i 5 anni e 2 ore/giorno tra 6 e 11 anni).

Per cercare di rendere più normale il rapporto terapeuta-paziente è stato possibile ricorrere a numerose piattaforme utilizzate nella Didattica a distanza dalle scuole, che hanno comunque scatenato accese discussioni riguardo ai vantaggi e svantaggi del loro utilizzo.

 

Per maggiori informazioni, contatta il Centro Medico Carugate in Via Bertarini, 22, 20061 Carugate MI. Telefono: 340 322 5040

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.