rischio suicidario

Rischio suicidario e disturbi

Rischio suicidario e disturbi: il disturbo ossessivo compulsivo (DOC) si caratterizza per la presenza di ossessioni intrusive che creano disagio significativo all’individuo. Questo cerca di bloccare le ossessioni adottando comportamenti ripetitivi.

Similmente il disturbo da dismorfismo corporeo presenta preoccupazioni insistenti, angoscianti che sono però rivolte ad un difetto fisico percepito: la conseguenza principale è che il soggetto tende ad avere una compromissione psicosociale e prova un costante imbarazzo per la propria immagine. Entrambi i disturbi hanno dimostrato un elevato rischio suicidario.

Quali sono i disturbi

Sono stati, dunque, indagati quelli che sono i fattori comuni tra i due disturbi e sono state esaminate le loro comorbilità psichiatriche.

I disturbi più frequentemente in comorbilità con il DOC sono:

Rischio suicidario e disturbi ossessivo compulsivi

Tutti questi disturbi aumentano notevolmente l’ideazione suicidaria e il suo rischio: questo emerge con l’insorgere dell’aggressività, delle ossessioni legate ad aspetti religiosi e sessuali e delle preoccupazioni di ordine e simmetria. Una delle cose fondamentali è riuscire a distinguere il desiderio di morire (ego-sintonico e non intrusivo) dalle ossessioni suicidarie (ego-distoniche ed indesiderabili).

depressione e rischio suicidario

Sintomi del disturbo da dismorfismo corporeo

Il disturbo da dismorfismo corporeo, invece, mostra frequenti comorbilità con:

  • Disturbi alimentari
  • Disturbo depressivo
  • Disturbo da stress post-traumatico
  • Disturbo borderline di personalità

Anche in questo caso queste comorbilità aumentano il rischio suicidario e a ciò si può aggiungere il dismorfismo muscolare (preoccupazione di non essere sufficientemente muscolosi) che porta ad un rischio di uso di sostanze.

Il DOC e il disturbo da dismorfismo corporeo portano con sé entrambi gli stessi tassi di eventi traumatici passati e condividono fattori genetici, ambientali e sociodemografici.

Diagnosi del disturbo per evitare il rischio suicidario

In conclusione, è necessario che venga effettuata una diagnosi preliminare puntuale che comprenda anche l’indagine circa l’ideazione suicidaria, che spesso viene sottovalutata in queste diagnosi, al fine di elaborare e predisporre il giusto trattamento: sarebbe inoltre necessario che quando un paziente con diagnosi di dismorfismo corporeo si presenta nei reparti di chirurgia estetica, i medici si confrontino con gli operatori della salute mentale.

Contatta il Centro Medico Carugate in Via Bertarini, 22, 20061 Carugate MI. Telefono: 340 322 5040

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.