Sonno bisogno indispensabile

Sonno bisogno indispensabile, è uno stato fisiologico che garantisce riposo, consolidamento della memoria e recupero di energie mentali e fisiche.

È indispensabile per la sopravvivenza di un individuo e ed è regolato da tre fattori:

  • omeostatico: un organismo privato del sonno tenta di recuperarlo appena gli è possibile
  • allostatico: reazione ad eventi ambientali stressanti
  • circadiano: il sonno viene ristretto in particolari periodi del ciclo giorno/notte.

Sonno bisogno indispensabile: le fasi

Fase non rem e fase rem: gli stadi del sonno

La fase NON REM è caratterizzata da movimenti oculari lenti, assenza di attività genitale e tono muscolare moderato.

Gli stadi che compongono questa fase sono suddivisi in 5:

  • 0: fase di veglia rilassata
  • 1: fase di dormiveglia dove il sonno è leggero
  • 2: fase di sonno medio caratterizzato da un sonno indisturbato da sollecitazioni leggere
  • 3: fase del sonno sincronizzato dove il sonno diventa più profondo
  • 4: fase del sonno profondo caratterizzata da un sonno riposante

La fase REM del sonno è caratterizzata movimenti oculari con palpebre chiuse, corpo pressoché paralizzato, cervello attivo e comparsa dei sogni che al risveglio verranno ricordati.

 Importanza delle aree cerebrali

Il sonno è un processo indotto da diverse aree cerebrali:

  • Nuclei della formazione reticolare: lo stato di sonno e di vegliadipende dal diverso strato della formazione reticolare e dal rapporto tra i suoi nuclei e il talamo.
  • Ipotalamo: il sonnoè indotto dall’area preottica ventrolaterale dell’ipotalamo
  • Talamo: controlla la transizione sonno-veglia e lo stato di coscienza

Importanza del sonno nell’attaccamento infantile

Sonno e attaccamento infantile sono tra di loro connessi.

Dormire bene è garantito da uno stile di attaccamento sicuro, dove il bambino si ritrova in una condizione ottimale per attuare strategie autoregolatorie che facilitino l’addormentamento e il riaddormentamento dopo un risveglio notturno anche in assenza del genitore.

Uno dei maggiori disturbi del sonno: l’insonnia

L’insonnia è uno dei principali disturbi del sonno che consiste in una difficoltà di inizio, durata e qualità del sonno.

Può manifestarsi anche in età infantile; si stima che il 30% dei bambini in età pediatrica dorma male e le difficoltà di addormentamento e i risvegli notturni colpiscono maggiormente i bambini nei loro primi tre anni di vita.

L’insonnia può presentare:

  • Sintomi diurni: sonnolenza, irritabilità, calo del tono dell’umore, fatica e malessere, difficoltà di concentrazione, riduzione della motivazione e propensione ad errori ed incidenti.
  • Sintomi notturni: difficoltà di inizio e mantenimento del sonno

Esistono 4 tipi di insonnia:

  • Insonnia idiopatica: causata da un anomalo controllo dei meccanismi che regolano il ciclo sonno/veglia
  • Insonnia psicofisiologica: chi ne soffre avverte il bisogno di addormentarsi, ma non appena si recano a letto non riescono ad iniziare l’azione
  • Pseudioinsonnia: il numero totale di ore di risposo rientra nella norma, ma l’eccessiva attività mentale notturna comporta una frammentazione della qualità del sonno
  • Apnea morfeica: incapacità di dormire e respirare contestualmente

Contatta il Centro Medico Carugate

Per maggiori informazioni, contatta il Centro Medico Carugate in Via Bertarini, 22, 20061 Carugate MI. Telefono: 340 322 5040

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.