insonnia

I disturbi del sonno si presentano spesso in comorbilità con altre patologie quali ansia, depressione e stress ed è per questo che l’insonnia continua ad essere uno dei disturbi che si presenta sempre più frequentemente. Questo disturbo porta con sé difficoltà ad addormentarsi, continui risvegli notturni e risvegli precoci al mattino.

Insonnia e terapia cognitivo comportamentale

Uno studio effettuato in Australia (Sweetman et al., 2020) presso la Flinders University, ha cercato di verificare l’efficacia della terapia cognitivo comportamentale sia sui sintomi dell’insonnia sia sui disturbi ad essa correlati. Analizzando un campione di 455 partecipanti, è stato evidenziato come ci siano stati miglioramenti evidenti sul fronte dell’ansia, della depressione e dello stress ma anche della quantità e qualità del sonno.

Trattamento per i disturbi del sonno

Grazie a questi risultati, la terapia cognitivo comportamentale per l’insonnia (CBTi) è ora vista come uno dei trattamenti di elezione per i disturbi del sonno e rappresenta soprattutto una delle modalità per evitare di assumere farmaci ipnotici.

Se soffri di insonnio e disturbi del sonno, contatta il Centro Medico Carugate in Via Bertarini, 22, 20061 Carugate MI. Telefono: 340 322 5040

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.